lunedì 15 marzo 2021

Modelli anni '70

Una raccolta di quadri del 2011 suddivisa in due serie, ognuna composta da quatto ritratti. Negli otto quadri sono ripresi modelli degli anni '70, nella prima serie sono inseriti in uno sfondo naturale, vegetazione ed edifici in rovina, mentre nella seconda i corpi raffigurati emergono da colori a tinta unita.

 

PRIMA SERIE Quattro ritratti con sfondo

 

Primo ritratto, C3. I - 2011

 ANDREA PAPI  Ritratto di Francesco
 Tecnica mista su tela, cm. 70x100
 
 

Secondo ritratto, C3. II - 2011

 ANDREA PAPI  Ritratto di Vittorio
 Tecnica mista su tela, cm. 100x70


Terzo ritratto C3. III - 2011 

ANDREA PAPI  Ritratto di Maurizio
 Tecnica mista su tela, cm. 100x70

Quarto ritratto C3. IV - 2011

 ANDREA PAPI  Ritratto di Mattia
 Tecnica mista su tela, cm. 70x100

 

SECONDA SERIE  Quattro ritratti 

 

Primo ritratto, C3. V - 2011

ANDREA PAPI  Ritratto di Alberto
 Tecnica mista su tela, cm. 100X70

Secondo ritratto, C3. VI - 2011

 ANDREA PAPI  Ritratto di Simone
 Tecnica mista su tela, cm. 100x70
 
 
Terzo ritratto, C3. VII - 2011
 
 ANDREA PAPI  Ritratto di Giorgio
 Tecnica mista su tela, cm. 100X70

 

Quarto ritratto, C3. VIII - 2011 

ANDREA PAPI  Ritratto di Andrea
 Tecnica mista su tela, cm. 100X70
 


venerdì 8 gennaio 2021

Doppi ritratti, 2018 - 2020

Due anni fa maturai il progetto di realizzare una serie di ritratti ad alcuni modelli di video erotici gay, due soggetti per ogni quadro, accostati secondo una logica strettamente personale. Ho fatto prove con una serie di disegni e acquerelli fino a quando non mi è sembrato di aver raggiunto il risultato che volevo.

Finora ho dipinto sette doppi ritratti che qui presento in senso inverso, dall'ultimo realizzato ad oggi, fino al primo del 2018.

 

 SETTIMO DOPPIO RITRATTO, A. E A.

Andrea Papi, C3. II - 2020, tecnica mista su tela, cm. 70x100.

Nei miei lavori degli anni precedenti si  trovano precisi riferimenti al doppio ritratto, in particolare nei quadri che realizzai sul mito di Narciso, nei primi mesi del 1990 quando ero a Monaco di Baviera. Dieci tele in tutto ma solo nove doppi ritratti, infatti la nona tela rappresenta il maschile e la decima il femminile, separate solo apparentemente perchè insieme l'una accanto all'altra, formano un doppio ritratto. Vedi in proposito Narciso e l'angelo.

 

SESTO DOPPIO RITRATTO, J.D. E D.

Andrea Papi, C3. I - 2020, tecnica mista su tela, cm. 70x100

 

I quadri, i disegni, gli acquerelli che ho realizzato negli anni '80 rappresentano in prevalenza soggetti maschili, con molti ritratti di modelli. Tutte le opere sono comprese nel progetto Studi sul maschile 1979 - 1990 che può dirsi concluso con l'esposizione di Opera Finale, composta da una parte degli stessi dipinti del progetto, ma presentati con la tela arrotolata e con il soggetto non visibile.
 
 

QUINTO DOPPIO RITRATTO, N. E L.

Andrea Papi, C10. I - 2020, tecnica mista su tela, cm. 90x100

Il tema principale del lavoro di quel decennio è stato quindi lo studio del corpo maschile. Significativo fu un'articolo Strategie dello sguardo, pubblicato nel 1985 dalla rivista Babilonia. Da ricordare anche la mostra dell'anno successivo in Palazzo Caccini, che segna un momento rilevante del mio percorso. Per chi è interessato è possibile ancora intraprendere la Visita guidata ad una mostra "memorabile".

 

QUARTO DOPPIO RITRATTO, A. E T.

Andrea Papi, C10. I - 2020, tecnica mista su tela, cm. 90x100

Il lavoro fatto in quegli anni con i modelli  fu molto produttivo, con uno in particolare iniziai un cammino di approfondimento, ritraendolo prima con la fotografia e poi con la pittura. Le opere realizzate sono state esposte in tre mostre, la prima è stata Voltaire che risale al 1986. Le altre due esposizioni Ritratti a Dryphoto e Nudi, si tennero nel 1987. Ebbe importanza anche la collaborazione con un gruppo di danza, vedi Pittura scenica.

 

 TERZO DOPPIO RITRATTO, T. E J.

Andrea Papi, C4. I - 2019, tecnica mista su tela, cm. 80x100

 

Il Progetto Paternità Artistica, architettura del corpo e dell'abitare è frutto di una ricerca decisamente su un piano diverso, che comprende e affronta varie tematiche tra cui l'immaginario omosessuale. Iniziato alla fine degli anni novanta, ha prodotto un sito web agli inizi del duemila dove sono documentate le attività realizzate. Sono presenti anche quadri a carattere erotico ed è possibile sfogliare i miei album di disegni e acquerelli.  


 SECONDO DOPPIO RITRATTO, A. E G.

Andrea Papi, C10. I - 2019, tecnica mista su tela, cm. 90x100

 

Siamo arrivati alle immagini del ritratto di Tony e Joey da cui ha preso inizio il progetto. A differenza degli altri doppi ritratti è composto da due quadri distinti ma dipinti per stare l'uno accanto all'altro, come abbiamo visto per le due tele, maschile e femminile, descritte all'inizio.


PRIMO DOPPIO RITRATTO, T. E J.

Andrea Papi,  C3. I, II - 2018 tecnica mista su tela, cm. 100x70.
 
 

© Copyright 2021 ANDREA PAPI. All rights reserved

mercoledì 30 dicembre 2020

Non solo ritratti

Ho realizzato i quadri che qui presento negli anni 2012 - 2014. Sono accompagnati da alcuni dei numerosi studi, che normalmente eseguo prima e durante la realizzazione di ogni quadro, raccolti in appositi album.


Ritratto rosso, 2014


ANDREA PAPI
  C4. I - 2014  tecnica mista su tela, cm. 100 x 80
 
 
ANDREA PAPI, studi per  Ritratto  C4. I - 2014
 Album  n. XXI - 14 e 17 gennaio 2014

Vedi anche altri preparatori
 
Ritratto doppio, 2013

Il doppio ritratto, dove è dipinto lo stesso modello, è composto da due tele. Per un approfondimento vedi: Un doppio ritratto.

 

ANDREA PAPI
C3. II / III - 2013 tecnica mista su tela, cm. 70x100 

 ANDREA PAPI, studi per  Doppio ritrattoC3. II / III - 2013
Album  n. XXVI. A - 21 giugno 2013 n. XXIV - 18 giugno 2013

 

Secondo ritratto, 2014


ANDREA PAPI
  C4. II - 2014 tecnica mista su tela, cm. 100 x 80

ANDREA PAPI, studi per  Ritratto  C4. II - 2014
 Album  n. XXVIII - 3 marzo 2014


Ritratti / Quattro stagioni 2012 - 2013

Quattro ritratti, per ogni stagione dell'anno. Il quadro qui presentato rappresenta l'inverno. Tutta la serie è visibile nell'articolo Quattro stagioni.



 ANDREA PAPI
 Ritratto (Inverno)A. IV - 2012  tecnica mista su tela, cm. 100x100


ANDREA PAPI, studi per  Ritratto A. IV - 2012
Album  n. VIII - 9 novembre 2012

 

© Copyright 2020 Andrea Papi. All rights reserved. 

sabato 9 maggio 2020

Sono trascorsi 25 anni.

Nel maggio del 1995, esattamente venticinque anni fa, non avrei potuto immaginare di restare qui isolato a causa di una pandemia. Avevo appena trasferito lo studio dal centro di Firenze ad una casa in pietra ai confini del bosco nei pressi di Castagno d'Andrea, in una zona di pregio ambientale.

 
San Godenzo, Serignana di Sotto
© Copyright 2020 Andrea Papi


Mi ero dato un programma e tutte le mattine partivo da Firenze per raggiungere il mio nuovo studio e lavorare, poi la sera tornavo in città.


La loggia dello studio © Copyright 2020 Andrea Papi

All'inizio, anche per il bel tempo, come postazione per disegnare scelsi una loggetta che mi permetteva di osservare l'esterno: non parlerei proprio di panorama data la vegetazione rigogliosa e piuttosto incombente. I primi soggetti che disegnai furono le piante di gerani che avevo di fronte, poi gli alberi abbastanza vicini che in verità coprivano un po' la visuale.

Nell'album Immagini per una storia  è presente una selezione completa dei 250 lavori che ho eseguito per quasi un anno, fino alla primavera del 1996.


Andrea Papi, dal Progetto FoCaMoFaCa,11 maggio 1995 
 © Copyright 2020 Andrea Papi


Andrea Papi, dal Progetto FoCaMoFaCa,14 settembre 1995 
 © Copyright 2020 Andrea Papi

In autunno con la caduta delle foglie e poi in inverno, la visione è diventata più aperta e ampia permettendomi di vedere e di riportare sulla carta il panorama che prima rimaneva nascosto.


Andrea Papi, dal Progetto FoCaMoFaCa, 1996 
 © Copyright 2020 Andrea Papi

Andrea Papi, dal Progetto FoCaMoFaCa, 1996 
 © Copyright 2020 Andrea Papi


Andrea Papi, dal Progetto FoCaMoFaCa, marzo 1996 
 © Copyright 2020 Andrea Papi


L'osservazione e il disegno segurono l'andamento delle stagioni. Il ciclo terminò con la venuta nuovamente della primavera. Subito iniziai  la redazione del catalogo, un itinerario nel territorio dove mi trovavo, nacque così il Progetto FoCaMoFaCa.
.

Andrea Papi, Progetto FoCaMoFaCa, Mostra ai Romiti, 22 giugno 1996
© Copyright 2020 Andrea Papi

sabato 23 novembre 2019

Narciso e l'angelo.

Comincio questo articolo con una serie di doppi ritratti dal titolo Narciso, eseguiti durante il mio soggiorno a Monaco nei primi mesi del 1990, poco dopo la caduta del muro di Berlino.

   
Andrea Papi, Narciso, Maschile / Opera n° 1 IX.442 - 1990
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi

La serie è composta da nove doppi ritratti, l'ultimo formato da due tele che hanno come titolo Maschile, Femminile (Opere n°1 IX e X.442).

Andrea Papi, Narciso, Femminile / Opera n° 1 X.442 - 1990
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi


Andrea Papi, Narciso / Opera n° 1 I.442 - 1990
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi


Andrea Papi, Narciso / Opera n° 1 V.442 - 1990
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi
 
Andrea Papi, Narciso / Opera n° 1 VIII.442 - 1990
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi

Il lavoro su Narciso è servito di preparazione per la realizzazione di due grandi tele, ispirate dal quadro Il guardiano del Paradiso, che raffigura un angelo, visto a Monaco nella Villa abitazione / atelier di Franz von Stuck.


Andrea Papi, Per amor di costei, Opera n°2 I.443 - 1990 (particolare)
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi


Andrea Papi, Luce de l'armi, Opera n° 2 II.443 - 1990 (particolare)
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi

Di ritorno a Firenze dipinsi le due tele nel mio studio di Borgo Pinti.

E' stata necessaria l'elaborazione del tema del Narciso e dell'angelo fatta con la partecipazione di due modelli, lavorando anche con la fotografia. Ha portato ad una completa relazione con lo spazio al quale le due tele erano destinate. I due quadri infatti mi erano stati commissionati per essere collocati, dove tuttora si trovano, all'interno della Cappella Sarchi, dedicata ai Combattenti e ai Caduti della guerra. Le tele furono esposte per la mostra PELAGO millenovecentonovanta un progetto.


Andrea Papi, Studio per ritratto - 1989
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi


Andrea Papi, Opera n° S1 III.445 - 1990
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi

Andrea Papi, Opera n° P1 II.445 - 1990
progetto Studi sul maschile 1979-1990 © Andrea Papi


giovedì 19 settembre 2019

Lo studio d'artista


Lo studio dove dipingo è un edificio rurale di non grandi dimensioni situato nel comune di San Godenzo, in una zona naturale di pregio.

Studio d'artista, foto anno 1971 © Andrea Papi

Vediamolo da vicino.


Studio d'artista, 2013 © Andrea Papi

La costruzione è un piccolo edificio in pietra, accostato a quella che è la casa vera e propria, un complesso restaurato a partire dal 1972. 


Studio d'artista, foto anno 1971 © Andrea Papi

L'edificio ora adibito a studio è stato parzialmente recuperato.


Studio d'artista, 2018 © Andrea Papi


Nel 1995 decisi di trasferire qui lo studio fiorentino di Palazzo Caccini, al termine dei progetti artistici Studi sul maschile e Progetti di architettura, che con eventi aperti al pubblico avevano interessato anche lo spazio architettonico. 


Studio d'artista, Opere anni '80, 2016 © Andrea Papi

Oggi lo studio è uno spazio vissuto sia all'interno che all'esterno, dove anche le piante hanno una storia che in qualche modo mi riguarda.


Studio d'artista, 2018 © Andrea Papi

In queste due immagini si vede la loggia al primo piano che con il bel tempo utilizzo per lavorare.


Studio d'artista, 2017 © Andrea Papi


Lavorare in un contesto totalmente diverso dalla città e completamente inserito nella natura, con uno sguardo giornaliero diretto sull'ambiente, nei primi anni ha prodotto in me un cambiamento dei soggetti disegnati e dipinti.


Studio d'artista, vista dal giardino 2019 © Andrea Papi

Studio d'artista, Ritratto C3 II, 2013 © Andrea Papi


Nel primo anno che ho lavorato qui ho iniziato il Progetto FoCa MoFaCa realizzando 250 acquerelli, testimonianza del pendolarismo quasi giornaliero tra Firenze e San Godenzo.


Andrea Papi, Progetto FoCa MoFaCa,1996
Mostra itinerario Monte Falterona, 23 giugno 1996
© Copyright Andrea Papi


E' stata un'occasione per approfondire la conoscenza di un territorio prezioso, che si trova per un terzo all'interno del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi e dove nella frazione di Castagno d'Andrea nacque nel 1421 ca. il pittore Andrea del Castagno.


Studio d'artista, giardino 2016 © Andrea Papi


 Andrea Papi, Iris  vedi anche: Fiori

Entriamo adesso all'interno dello studio, che è composto da tre ambienti, uno al piano terra e due al primo.

Studio d'artista, interno 2016 © Andrea Papi

Studio d'artista, interno 2017 © Andrea Papi


Studio d'artista, interno 2016 © Andrea Papi


Interno dello studio


Studio d'artista, interno 2011 © Andrea Papi


Studio d'artista, loggia 2015 © Andrea Papi

Per una visita ancora più approfondita potete visitare il sito web di Andrea Papi


© Copyright 2019 Andrea Papi. All rights reserved.